Melegatti, quando il marketing ti affossa nei Social

<a href="http://www.addtoany.com/add_to/linkedin?linkurl=http%3A%2F%2Fwww.cosadiconodime.it%2Fnews%2Fmelegatti-quando-il-marketing-ti-affossa-nei-social%2F&linkname=Melegatti%2C%20quando%20il%20marketing%20ti%20affossa%20nei%20Social" onclick="__gaTracker('send', 'event', 'outbound-article', 'http://www.addtoany achat viagra naturel.com/add_to/linkedin?linkurl=http%3A%2F%2Fwww.cosadiconodime.it%2Fnews%2Fmelegatti-quando-il-marketing-ti-affossa-nei-social%2F&linkname=Melegatti%2C%20quando%20il%20marketing%20ti%20affossa%20nei%20Social’, ”);” class=”a2a_button_linkedin a2a_counter” title=”LinkedIn” rel=”nofollow” target=”_blank”>

Da Melegatti il settore Marketing, ultimamente, non ingrana.

Dopo aver annunciato Valerio Scanu come suo testimonial per il pandoro Limited Edition di quest’anno incassando molte critiche e parodie dal Web, Melegatti deve incassare un altro duro colpo alla sua immagine forse ben peggiore: l’accusa di omofobia.

La nota azienda italiana produttrice di prodotti dolciari è inciampata in un errore grossolano: nella mattina di venerdì è comparsa un’immagina pubblicitaria che recitava “Ama il tuo prossimo come te stesso…. basta che sia figo e dell’altro sesso!”. Frase che non è sfuggita, l’hashtag #Melegatti è diventato virale all’istante (compariva fra i primi 3 Top Topics di Twitter) e le fragorose critiche non si sono fatte attendere.

Melegatti-errore-di-comunicazione

Ovviamente non potevano che arrivare le scuse. Melegatti cancella il post e pubblica nella propria pagina Facebook un messaggio di scuse comunicando di essere completamente estranea ai fatti e specificando che la comunicazione sui social è gestita da un’azienda esterna che «ha pubblicato senza autorizzazione» l’immagine. “Da 121 anni Melagatti è per tutti” conclude.

Melegatti-scuse

Ultimo Epic Fail della giornata.

Forse più dettata dal bisogno di gettare acqua sul fuoco e calmare gli animi nei Social, l’azienda fa un altro piccolo inciampo: sotto il post di scuse un’utente commenta “Complimenti per la risposta Melegatti. E’ raro trovare qualcuno che ammette i suoi errori e si scusa!”.
Cosa c’è che non va? Beh, qualche utente zelante incuriosito ha indagato scoprendo che il sig. “autore del messaggio” è in realtà il direttore Marketing della Melegatti.

Postato il